7 MOTIVI PER LEGGERE UN THRILLER

Leggi romanzi thriller? O magari thriller hyperbook? Sai, le persone hanno tutte le ragioni per evitare i thriller. Dall’essere sensibili alla violenza, a preferire le commedie romantiche o i polizieschi. Ma gli amanti del brivido e dei gialli sono comunque tanti, non a caso di questi libri se ne vendono a miliardi. Attraversano il mondo dell’editoria e approdano in TV, attirando un vasto pubblico. E i migliori autori di suspense vivono ben al di sopra di tutti noi comuni mortali, superstar della parola scritta seduti su nuvole argentate di fama e fortuna.

Deve esserci qualcosa di abbastanza profondo per cui i thriller sono così popolari. Se finora li hai evitati come la peste, che ne dici di dargli una possibilità? In fondo qual è la cosa peggiore che può accaderti? Alcune notti insonni, forse? Ecco allora i miei sette principali motivi per leggere romanzi gialli/polizieschi/thriller.

1. I migliori thriller danno al tuo cervello un allenamento serio.

Mantenere il cervello stimolato attraverso l’apprendimento è la prima cosa da fare per mantenerlo sano e operativo. Ok, leggere magari non sarà efficace quanto l’esercizio fisico per la salute del cervello, ma è comunque dannatamente affascinante.

E ora un pizzico di scienza: secondo una ricerca della National Academy of Sciences, i lettori più anziani che leggono regolarmente hanno una probabilità 2,5 volte inferiore di sviluppare l’Alzheimer. Sembra che esista una vera correlazione tra attività intellettuali come la lettura e la prevenzione di questa malattia. 

I lettori più anziani che leggono regolarmente hanno una probabilità 2,5 volte inferiore di sviluppare l’Alzheimer.

Come si legge sul sito di ABC News:

La nuova ricerca della National Academy of Sciences, ha rilevato che le persone anziane che leggono regolarmente o stimolano il cervello con giochi mentalmente impegnativi hanno due volte e mezzo meno probabilità di avere questa malattia debilitante che colpisce 4 milioni di americani.

L’autore principale dello studio, il dott. Robert Freidland, afferma che le persone che non esercitano la loro materia grigia hanno la possibilità di perdere capacità neuronali. Il nuovo rapporto si basa su un campione di 193 persone alle prese con 26 diversi hobby. L’elenco includeva attività fisiche, come giardinaggio e lavoro a maglia, hobby intellettuali come la lettura e passivi come la visione televisiva.

2. Il lato social della lettura

Leggere in sé potrebbe essere un viaggio solitario, ma c’è un numero sempre più crescente di lettori che creano gruppi di lettura, scambiano i tomi e si riuniscono per discutere di libri e autori.

In Gran Bretagna c’è persino una tendenza a lasciare i libri in modo anonimo su autobus e treni, in cabine telefoniche, su panchine nei parchi pubblici e così via, così i loro compagni di lettura possono prenderli e goderseli. Lungi dall’uccidere il libro stampato, la rivoluzione degli e-book sta diffondendo la gioia di leggere ancora di più, sia che si tratti del Kindle o di un libro “reale”.

C’è un numero sempre più crescente di lettori che creano gruppi di lettura

Ecco cosa dice il quotidiano The Guardian sulla rapida espansione dei gruppi di lettura nella sola Gran Bretagna:

È difficile sapere con precisione quanti club del libro ci sono, perché molti di loro sono reti informali. Ma la professoressa Jenny Hartley, autrice di The Reading Groups Book, pensa che ce ne possano essere almeno 50.000.

Ci sono gruppi di lettura dedicati al calcio, all’orrore e ai gialli. Ci sono gruppi in carcere, gruppi per soli uomini, gruppi che si vestono in abiti appropriati al libro, gruppi che cucinano l’uno per l’altro, gruppi LGBT e gruppi radicali.

Basta ascoltare la radio e di solito ogni settimana c’è almeno una recensione sull’ultimo libro di un autore di suspense o l’intervista di un autore di alcuni dei migliori thriller attualmente sugli scaffali delle librerie. Per esempio Lee Child. 

Leggi i thriller e non sarai mai a corto di qualcosa di cui parlare, e il tuo pubblico di amici lettori di gialli/thriller sarà incredibilmente grande.

3. I migliori romanzi thriller sono scritti magnificamente

Non ci sono solo sangue e violenza da inserire in un thriller, anche se questi elementi sono spesso presenti.

I più grandi autori di thriller scrivono con stile ed efficacia. Creano scene così reali e avvincenti che senti di essere davvero lì, accanto al protagonista, aspettando di vedere cosa sta per succedere. I bravi scrittori sono eloquenti, fantasiosi e meravigliosamente creativi. Ci vuole una certa abilità per realizzare una trama tanto complessa quanto intrigante per sorprendere il lettore. Se apprezzate la grande scrittura, ci sono molti romanzi polizieschi/gialli/thriller che ben si adatteranno ai vostri gusti.

Ci vuole una certa abilità per realizzare una trama tanto complessa quanto intrigante per sorprendere il lettore.

4. I migliori thriller vincono premi

Stiamo parlando seriamente di roba buona, premiata con premi ambiti che la maggior parte degli autori darebbe un rene per vincere. Prendi la scrittrice scandinava Karin Alvtegen, il cui splendido thriller Missing è stato nominato per l’Edgar Award 2009 come miglior romanzo. Il premio viene conferito dall’organizzazione Mystery Writers of America, ed è probabilmente il più prestigioso del pianeta. 

Stiamo parlando seriamente di roba buona, premiata con premi ambiti che la maggior parte degli autori darebbe un rene per vincere.

Poi ci sono anche i premi Dagger dell’Associazione Crime Writers, sinonimo di scrittura gialla di qualità da oltre cinquanta anni. E questa è solo la punta dell’iceberg. Insomma, vuoi una lettura di alta qualità? Nessun problema.

5. La lettura riduce lo stress e migliora il tuo umore

Come? Portando la tua povera vecchia mente in un altro posto, e nel caso dei romanzi thriller/gialli/polizieschi, sarai estremamente felice di perderti fra le loro pagine! Infatti uno studio del 2009 dell’Università del Sussex ha rivelato come solo sei minuti trascorsi all’interno di un buon libro possano ridurre lo stress fino al 68%. 

Come afferma il sito web Kumon, che riporta i risultati:

Il dott. Lewis, neuropsicologo cognitivo, dice: “Perdere te stesso in un libro è il massimo del relax. Questo è particolarmente vero in periodi di incertezza economica, quando tutti noi desideriamo ardentemente un certo grado di evasione mentale. Non importa quale libro leggi: perditi in un libro davvero avvincente per sfuggire alle preoccupazioni e allo stress del mondo di tutti i giorni, e dedicare un po ‘di tempo a esplorare l’universo immaginificato creato dall’autore.“

Perdere te stesso in un libro è il massimo del relax.

6. Leggere thriller rivela come affrontare situazioni da pelle d’oca.

L’eroe deve affrontare una morte quasi certa. Come reagisce? E’ in una situazione in cui non avresti idea di come uscirne. Che cosa fa? 

Leggere è un ottimo modo per rivivere le esperienze passate e ottenere una prospettiva nuova e più sana.

La ricerca dell’Università del Sussex evidenzia anche come la lettura dei libri fornisca ispirazione, aiutandoci a conoscere i limiti della mente umana, stimolando l’immaginazione e la curiosità. Allo stesso tempo, l’esperto statunitense Timi Gustafson R.D afferma che leggere è un ottimo modo per rivivere le esperienze passate e ottenere una prospettiva nuova e più sana basata sul modo in cui i personaggi del libro hanno affrontato le avversità.

7. Leggere ti fa sembrare più sexy…

Le persone intelligenti sono sexy. Prima di ridere pensa che ciò ha senso da una prospettiva evolutiva. Le persone intelligenti hanno maggiori probabilità di sopravvivere a situazioni difficili e hanno la possibilità di accedere a risorse migliori. 

Come si legge sul sito North by North in un’intervista al dott. Mark Prokosch, ricercatore e professore di psicologia alla Elon University:

“Non è del tutto chiaro perché l’intelligenza sia importante”, ha detto Prokosch. “In teoria, l’idea è che le donne preferiscano l’intelligenza perché una maggiore intelligenza indica che l’uomo ha “buoni geni“ che possono essere trasmessi alla prole potenziale. Questo non è un processo consapevole, ma si verifica semplicemente perché un ragazzo intelligente che sa essere brillante, spiritoso e condurre una buona conversazione è sexy. “

Ora so che, specialmente se sei un ragazzo, ci stai pensando, ma non provare a racchiudere il contenuto di un’enciclopedia nel tuo cervello prima di andare a un appuntamento!

La ricerca di Prokosch ha anche scoperto che le donne tendono a giudicare in modo abbastanza accurato l’intelligenza di un uomo solo dal vedere o interagire con lui. Fare finta non funzionerà quindi.

Allora perché abbiamo ancora film e serie tv che ci dicono che i ragazzi intelligenti hanno bisogno di aiuto per parlare con una ragazza senza balbettare in uno stato di impotenza? 

La verità è che, nonostante l’immagine popolare del nerd occhialuto, socialmente incompetente e imbranato, la maggior parte degli stereotipi che associamo all’intelligenza sono in realtà positivi.

La maggior parte degli stereotipi che associamo all’intelligenza sono in realtà positivi.

Secondo Prokosch, tendiamo a pensare alle persone intelligenti come socialmente sicure, ricche e spiritose. C’è persino un “effetto alone” che ci fa percepire le persone intelligenti come più attraenti. Ovviamente tutto questo discorso vale anche per le donne.

Scienziati a parte, personalmente trovo davvero che una donna intenta a leggere un libro (di qualunque genere tranne che di barzellette!) riesca sempre a distinguersi dalla massa e possieda un fascino irresistibile. Non a caso ne faccio allusione anche nei miei romanzi.

BONUS 😉

8. Per il brivido

Se c’è bisogno un ottavo motivo allora deve essere “solo per il brivido”. Adoro provare il brivido di un grande thriller senza dover essere realmente in pericolo. E tu?

A TE COSA PIACE DEI THRILLER? 

E COSA INVECE NON TI PIACE?

Lascia un commento qui sotto e se ti è piaciuto questo articolo condividilo con i tuoi amici!

ps. clicca qui sotto per scaricare gratis uno dei miei libri 🙂

 

3 pensieri riguardo “7 MOTIVI PER LEGGERE UN THRILLER

  1. Adoro leggere e I thriller sono i miei preferiti…. Ahimè sono una lettrice vecchio stampo… Annuso le pagine di un libro e ne ho sempre uno con me, nonostante i miei preferiti siano tomi da 600/700 pagine. Ho letto…. Anzi… Per meglio dire ho ascoltato il hyperbook “Redemption” e l ho trovato carino. Apprezzo l’idea di questi racconti brevi (se li devo ascoltare) e mi hai lasciato sempre con la curiosità a ogni fine capitolo. Bravo. Leggerò anche gli altri o se li posso ascoltare lo farò. Ancora bravo! Laura

    Piace a 1 persona

    1. Ti ringrazio per i complimenti Laura e colgo l’occasione per informarti che in effetti Redemption è una delle mie produzioni più brevi, complice anche il fatto che l’ho scritto in meno di 24 ore! 😅

      Mi piace

  2. Vitalii Travinskyi 14 settembre 2019 — 10:54

    noi comuni mortali, superstar della parola scritta seduti

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
search previous next tag category expand menu location phone mail time cart zoom edit close